Recensione #22 : La fabbrica delle vespe di Iain Banks

“Stavo facendo il giro d’ispezione dei Pali Sacrificali il giorno in cui ci arrivò la notizia della fuga di mio fratello. Sapevo che sarebbe successo qualcosa. La Fabbrica mi aveva avvertito” Qualche tempo fa mi è capitato sotto gli occhi una lista dei cento libri da leggere almeno una volta nella vita. Tra questi figurava…

Recensione #20: Le ricette della signora Tokue di Durian Sukegawa

“Respirare il profumo del vento e sentire lo stormire degli alberi. Sono più di sessant’anni che mi esercito, che sento la voce di ciò che non ha voce. È quello che definisco «essere all’ascolto».” Qual è la ricetta della felicità? È una questione di spezie e calore, di ascolto e confessione, di zucchero, di briciole…

Recensione #19: I famelici di Davide D’Urso

“Essere è avere. […] non credo sia la formula adeguata per i famelici. C’è più dinamismo che affarismo nei loro intenti. Più gioia di vivere. Più sogno che pragmatismo. Se dovessi trovare un titolo per descriverne la personalità, credo che il titolo sarebbe decisamente un altro. Essere è fare.” Parliamo di un romanzo Bompiani, ma…

Intervista al Telefono Amico Sassari OdV

Molte persone hanno letto il mio romanzo senza sapere che il Telefono Amico è una realtà esistente, che fornisce un aiuto importantissimo alle persone che si sentono sole, hanno un problema e necessitano di supporto e ascolto. Sono entrata in contatto con il Telefono Amico di Sassari, nel quale militano persone gentilissime, disponibili e che…

Recensione #18: La speranza che abbiamo di durare di Emilio Masina

Emilio Masina, uno dei maggiori esperti di psicoterapia del nostro paese con un curriculum cheparla da sé, ci presenta la psicoanalisi, rendendola, con questo romanzo, comprensibile anche aiprofani. Ce ne spiega radici, studi e regole. I maggiori esponenti e le linee guida del suo fondatore SigmundFreud.

Recensione #17: Lacci di Domenico Starnone

“Abbiamo imparato entrambi che per vivere insieme dobbiamo dirci molto meno di quanto ci nascondiamo.” Lacci è un libricino piccolo piccolo, che quando lo vedi pensi sia innocuo. Non credi che possa farti male, come una pugnalata, come se quei lacci del titolo potessero stringerti al collo e toglierti il respiro. Il romanzo edito da…

Recensione #16: Stefano di Stefano Errico

“Procrastinare l’incontro con i miei demoni non aveva accelerato il passo verso la redenzione, ma aveva consumato con il tempo la mia convinzione di volerla raggiungere, costringendomi a un lunghissimo periodo di impotenza di fronte al desiderio di scontare la mia pena”. Stefano, scrittore, protagonista, tramite, titolo. Stefano rappresenta tutto all’interno di quest’opera: carceriere e…

Recensione #15: Lei. Mai sola di Luisa Diaco

“Non aveva più paura dei fantasmi che avevano invaso le sue notti buie. l’ombra nera era scemata lungo pendii che aveva scalato con forza tale da farli divenire versanti meno impervi. Quegli occhi neri erano entrati in lei a disperdere ogni forma d’incertezza e una qualsiasi vergogna per lasciare spazio alla pura e semplice spontaneità.”…